Abbandono scolastico, nel decennio 2008-2018 un calo del 2,8% in Basilicata

POTENZA – Se sul fronte della ”fuga dei cervelli” siamo costretti a passare in rassegna i dati di un’emorragia che appare ormai difficilmente contenibile, qualche buona notizia arriva dalle ultime cifre a disposizione relative all’abbandono scolastico, fenomeno molto diffuso nella nostra regione nei decenni passati, ma che fortunatamente continua a far segnare una flessione.

E si tratta del migliore risultato tra le regioni del Sud, a testimonianza che l’amore per il sapere e per la cultura è parte della nostra terra. A scattare l’ultima fotografia sui numeri relativi a quanti decidono di lasciare anzitempo gli studi è stata la Cgia di Mestre che ha messo a confronto i dati del 2018 con quelli del 2008. Nel 2008 la percentuale di giovani lucani di età compresa tra i 18 e i 24 anni che aveva prematuramente abbandonato i percorsi di studio e/o formazione era del 13,9%. Dato che nel 2018 è sceso fino all’11,1%, con un apprezzabile calo del 2,8%.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito