Assenteismo, furbetti del badge anche a Policoro

POLICORO- Riceveva 500 euro al mese per il servizio civile nel corso del quale doveva assistere, sei ore al giorno per sei giorni, un disabile incapace di deambulare autonomamente, ma un giovane non adempiva al servizio, anche perché è risultato frequentare regolarmente i corsi all’università. Al posto suo ad assistere la persona invalida c’era un familiare che lo sostituiva nonostante peraltro fosse dipendente pubblico e a questo punto anch’egli risultato assenteista. La vicenda è stata scoperta dagli uomini della Compagnia di Policoro della Guardia di Finanza, che l’hanno segnalata alla Procura della Repubblica sia per l’erogazione indebita sia per l’assenteismo. Le Fiamme Gialle hanno scoperto la ripetuta e combinata assenza di entrambi dal posto di lavoro da parte del furbetto del cartellino che dopo aver passato il badge, si allontanava per accompagnare il disabile da casa al luogo di lavoro, lasciandolo però privo dell’assistenza prevista dal progetto finanziato dalla residenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio civile nazionale. Le indagini finalizzate all’accertamento dei fatti sono andate avanti per circa un anno.