Atti intimidatori, Cifarelli in aula: “Servono misure concrete”

POTENZA – A dieci giorni esatti dall’esplosione avvenuta in via Saragat a Matera, il consigliere regionale del Pd Roberto Cifarelli, ha deciso di ringraziare pubblicamente quanti, tra rappresentanti del mondo istituzionale, soggetti sociali e cittadini, gli hanno mostrato vicinanza in un momento molto delicato per lui e la sua famiglia.

Una bomba carta, alle primissime luci dell’alba, provocò ingenti danni all’auto che l’esponente dem aveva parcheggiato nei pressi della sua abitazione.

Tuttavia Cifarelli, dai banchi del consiglio regionale ha voluto dedicare cinque minuti al tema, chiedendo nella sostanza atti concreti che debellino tali forme di violenza e di intolleranza. Al suo breve intervento è seguita quasi una “promessa” da parte del presidente dell’assemblea regionale, orientata a disporre l’istituzione di un osservatorio.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo