Aula semideserta. Stallo sull’Ufficio di presidenza. Guarente silura gli assessori di Idea e FdI

POTENZA- Assenze che pesano come macigni e che, a quanto pare, non sono servite a raggiungere il risultato auspicato da parte di chi nella maggioranza dell’esecutivo cittadino Guarente vorrebbe averla vinta.

E così la seduta del consiglio comunale di ieri, necessaria, ad assicurare un assetto alla macchina amministrativa sprovvista da circa sei mesi di un ufficio di presidenza, si è conslusa con un nulla di fatto, per l’assenza del numero legale e con la sfuriata del sindaco, che ad assemblea chiusa c’è andato giu forte revocando le deleghe all’assessore alle Pari opportunità e Politiche giovanili e dell’infanzia, Vittoria Rotunno di Idea Cambiamo, al vicesindaco e assessore ai lavori pubblici Michele Napoli di FdI e all’assessore all’Ambiente e all’Energia, la meloniana Maddalena Fazzari. Sarà Guarente a mantenere le deleghe. Il primo cittadino ha giustificato la decisione ricordando come le recenti “ripetute assenze in aula dei gruppi di Idea e Fdi avrebbero di fatto ostacolato l’approvazione di provvedimenti importanti facendo venire meno la fiducia necessaria allo svolgimento dell’attività di governo”…