Autonomia differenziata, il Pd raduna i “suoi” sindaci per osteggiare la riforma

POTENZA- “No all’impostazione attuale, coinvolgimento dei consigli comunali e della comunità per sensibilizzare e condividere le conseguenze di scelte che possono mettere a rischio i servizi essenziali per la cittadinanza”. E’ questa la sintesi della posizione espressa dai Sindaci e Amministratori coinvolti, in attesa di conoscere la posizione che il Presidente della Regione Bardi e la sua maggioranza vorranno assumere in merito al tema dell’Autonomia Differenziata e al futuro della Basilicata ad oltre 20 giorni dall’impegno preso in consiglio il primo luglio scorso. Lo dichiarano i consiglieri del centro sinistra Braia, Cifarelli, Pittella, Polese e Trerotola, organizzatori dell’incontro che si è svolto ieri mattina. ”Abbiamo intenzione di tenere accesi i riflettori – dichiarano i Consiglieri regionali del centrosinistra – e di coinvolgere nelle prossime settimane i cittadini e le cittadine lucane e le loro rappresentanze su un tema dirimente per la Basilicata e per il Mezzogiorno”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”