Baragiano, nemmeno il Tar rassicura i cittadini contrari all’impianto di compostaggio

BARAGIANO – Dopo la sentenza emessa dal Tar, che in pratica non ha rilevato motivi ostativi alla realizzazione dell’impianto di compostaggio rifiuti organici nell’area industriale di Baragiano-Balvano, si respira un clima di attesa nel Marmo Platano. Sebbene la bocciatura dei pareri di compatibilità ambientale resi dalla Regione Basilicata in una delibera pubblicata a fine 2017 e dall’Ufficio prevenzione e controllo ambientale e dal Comitato tecnico regionale per l’ambiente qualche mese prima, rappresentino un punto fermo da cui ripartire, a Baragiano non sembrano arrendersi. Nell’assemblea pubblica svoltasi giovedì sera all’interno della sala consiliare i cittadini intervenuti hanno confermato la propria contrarietà al progetto attivato dai fratelli La Rocca. Il sindaco Antonio Colucci, nel recepire le indicazioni pervenutegli, ha assicurato alla popolazione che si interfaccerà con degli esperti per valutare cosa fare. Ricordiamo, che il Comune di Baragiano si era costituito parte civile in questa controversia tra Regione e la “Fratelli La Rocca srl”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo