Bonus gas per i lucani da ottobre. Controlli per evitare sprechi

POTENZA – Ci saranno controlli serrati per evitare che qualcuno possa abusarne. Per esempio per chi vorrà tenere il riscaldamento acceso a 30 gradi 24h al giorno, sarà previsto un prezzo maggiorato con riferimento al consumo in più rispetto alla media dei tre anni precedenti. Si farà riferimento perciò alla media dei consumi degli ultimi tre anni. Un monitoraggio necessario al fine di poter garantire a tutti i lucani, utente domestiche, amministrazioni pubbliche e condomini l’operatività del bonus gas già da ottobre prossimo con una riduzione della bolletta di almeno il 50 per cento. Un beneficio frutto dell’accordo siglato dalla regione Basilicata con le compagnie energetiche Eni e Shell riguardo le compensazioni ambientali per la concessione Val d’Agri.

Azzerata la voce principale della bolletta, quella relativa alla spesa per il gas naturale, mentre le spese per il trasporto e gli oneri di sistema, imposte e altre partite rimarranno invariati. Si calcola l’erogazione a titolo gratuito della componente gas pari a quasi 1milione e 800mila megawatt all’anno. Le imprese restano al momento fuori da questo beneficio, a loro sarà garantita parte del tesoretto destinato ai progetti no oil sui quali sono stati stanziati 190 milioni di euro in dieci anni così suddivisi: 90 milioni alle imprese locali per garantire la massima occupazione dei residenti in Basilicata, altri 100 milioni invece saranno a disposizione delle imprese attraverso l’attivazione di bandi pubblici