Brienza, i due giovani boscaioli erano morti da almeno una settimana

BRIENZA – Sembra ormai abbastanza delineata la ricostruzione della dinamica della tragedia di Brienza, dove due giovani boscaioli di origini romene sono stati trovati senza vita all’interno della loro abitazione di campagna, in contrada Monte.

Ad ucciderli sarebbe stata la bombola del gas con la quale si riscaldavano: circostanza avvalorata dalla testimonianza di un vicino che spesso li accompagnava a fare la spesa e un paio di settimane fa aveva cercato insieme a loro dei pezzi di ricambio per la stufa alimentata dalla bombola a gas che pare non funzionasse bene. Il decesso dei due risalirebbe ad almeno una settimana fa (i corpi erano già in stato di decomposizione): a fare la macabra scoperta ieri mattina sono stati alcuni colleghi di lavoro che non vedendoli da giorni si sono allarmati. La procura di Potenza ha disposto l’autopsia sul corpo dei due giovani per chiarire le esatte cause del decesso.