Calcio. Potenza nella tana delle Fere

POTENZA – Con l’incertezza dettata dalla seconda ondata Covid e l’ipotesi che i mancati introiti comportino perdite medie di 200mila euro a club, il Potenza si prepara al ritorno in campo. Sulla carta è previsto un vero e proprio tour de force per i leoni rossoblù. Si parte domani pomeriggio alle ore 15 dall’anticipo della quinta giornata al Libero Liberati di Terni. Un test contro una big del girone C che potrà dare risposte più concrete a mister Somma. Ma sarà solo la prima di 5 gare in quindici giorni. L’allenatore laziale dovrà infatti centellinare le energie poichè a seguire ci sarà un nuovo turno infrasettimanale in casa col Teramo per poi fare visita alla Virtus Francavilla. Ottobre si chiuderà col recupero della seconda giornata al Barbera di Palermo, giovedì 29. Ma le due settimane di fuoco termineranno con il match casalingo che vedrà i rossoblù opposti alla Cavese. Rotazioni obbligate, soluzioni nuove da provare e diverse occasioni per cancellare subito lo scivolone di Foggia.

Il centrocampista del Potenza, Iuliano (foto Acrocalcio)

Guardando all’impegno con le fere umbre, mister Somma non potrà contare ancora su Compagnon, Nigro e Spedalieri che sono comunque sulla via del recupero ma non partiranno per Terni. Curiosità invece per rivedere elementi della “vecchia guardia” come Di Somma al centro della difesa o Coppola in mezzo al campo ma anche per vedere all’opera gli ultimi arrivi Diogo Costa e Romei, tutti elementi utili al turnover. La gara sarà diretta dal signor Zufferli di Udine. Al Liberati sarà consentito l’accesso a 1000 spettatori.