Capodanno Rai, dopo il freddo lo scontro si sposta sul rinnovo

POTENZA- «La prossima volta si potrebbe pensare di cambiare location, magari spostandosi alle Maldive». Parola di Romina Power.

Come se il freddo di Potenza non fosse cosa nota. Ovvio con quelle tuniche estive, indossate sotto lo zero, al fianco di un Al Bano super-incappucciato, non sarà stato certo il massimo. Ma chi viene a Potenza il 31 di dicembre, in pieno inverno e per altro in una piazza nota come “piazza Polmonite”, dovrebbe aspettarselo. Città di montagna. 800 metri dal livello del mare. In altre parole freddo. Un freddo polare che ha fatto gelare anche l’instancabile Amadeus salito sul palco con un frac bianco per poi chiudere lo show avvolto in un pesante cappotto, con tanto di sciarpa e berretto. «Si gela». «Fa freddo». Battuta scontata che buona parte dei protagonisti saliti sul palco dell’evento targato Rai dell’ultimo dell’anno non sono riusciti a trattenere. Orietta Berti pur di non rinunciare ai suoi anelli, li ha indossati sopra un paio di guanti in velluto. Per dare l’idea di quel che hanno patito cantanti e orchestrali. Ma le parole di Romina non sono andate giù ai potentini e sui social è scoppiata la polemica. Per non parlare di quelle di Andrea Minuz, giornalista de Il Foglio. «La nostra stima ad Amadeus, costretto a cinque capodanni in Lucania. Eccoci al quinto e ultimo anno consecutivo di concertone in piazza sotto le stelle a Matera, Potenza, Maratea, Basilicata coast to coast. Stavolta di nuovo a Potenza, come nel 2018. Temperature sotto lo zero, artisti imbacuccati, Amadeus paralizzato dal freddo, vestito come il Dottor Zivago, sciarpone bianco, cappotto con paillettes, nello sguardo una richiesta d’aiuto, vi prego venitemi a prendere, portatemi via». E giù con le polemiche.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola