Castelsaraceno, apre ai coraggiosi il ponte tibetano più lungo al mondo

CASTELSARACENO- Domenica 1 agosto l’apertura ufficiale ai visitatori dopo il taglio del nastro di sabato a Castelsaraceno per il ponte tibetano più lungo del mondo. E dopo l’inaugurazione ufficiale e la conferenza stampa di presentazione del progetto è seguita una passeggiata sul ponte riservata alle autorità regionali, provinciali e comunali, ospiti della comunità di Castelsaraceno. Quattro funi portanti da 35 mm, 2 funi di sicurezza da 20 mm, 1160 gradini in grigliato di acciaio zincato, 5500 metri di cavi in acciaio tra strutture ed ancoraggi, oltre 24000 chilogrammi di acciaio tra gradini, portali di irrigidimento e piastre di ancoraggio, con un potenziale flusso giornaliero di 400 passaggi, l’infrastruttura vanterà il pregio di essere la più lunga al mondo.

Con i suoi 586 metri di lunghezza, il progetto finanziato dalla Regione Basilicata con fondi del Po Val d’Agri, fa parte di un sistema organico e ben strutturato di opere pubbliche pensate per migliorare la fruibilità del territorio. Tecniche raffinate e qualificate si congiungono alle programmazioni politiche regionali, per avviare e consolidare un’autorevole traccia di futuro per la comunità di un Piccolo Comune italiano e la sua area comprensoriale. Il futuro di un territorio che, attraverso il valore aggiunto dato dalle migliori tecnologie e tecniche ingegneristiche, intervalla ponderati e lucidi segmenti di speranza alle statistiche sullo spopolamento dei prossimi anni, progettando coesione sociale attraverso un modello turistico slow&green. Ulteriori informazioni saranno disponibili sul sito ufficiale dell’ecosistema turistico www.visitcastelsaraceno.info su cui è possibile acquistare da ieri anche i tickets di ingresso al ponte tibetano.