22 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / Politica

POTENZA – Nessuno ha mai osato chiamarlo per nome. Gli aviglianesi lo chiamavano “professore”, gli altri “presidente”.

0

POTENZA – “Il Movimento? E’ sotto osservazione. Non godiamo dello stato di salute del 4 marzo 2018, ma lavoriamo tutti. Anche per la Basilicata e sul tema del petrolio”.

0

POTENZA – Rientrata la folta comitiva del Consiglio regionale che ha fatto un sopralluogo non in un locale pubblico, ma nella sede romana della stessa Regione Basilicata, e mentre ci si appresta a portare con un’altra comitiva il saluto all’assemblea dei lucani in Svizzera in questo fine settimana, l’attenzione è puntata sull’evento del 21 e 22 novembre, quando a Roma si incontreranno i rappresentanti delle 35 associazioni lucane presenti sul territorio nazionale.

POTENZA – Per il difensore civico la scelta della maggioranza è stata fatta: il nome che sarà portato oggi in Consiglio regionale per la nomina è quello dell’avvocato Giuditta Lamorte, reduce dall’esperienza alla guida del Corecom.

POTENZA- Lascia il Pd per togliersi di dosso i veleni di quello che definisce un «contenitore di inutili polemiche». E lo fa riflettendo sul suo futuro politico.

POTENZA- Da una parte la “verità” del centrodestra, dall’altra quella del centrosinistra. In mezzo, come quasi sempre accade in politica, ci finiscono i cittadini.

POTENZA – “Non possiamo stare sotto i colpi di questi incapaci. Gianni Rosa nasconde la sua pochezza scaricando su altri le responsabilità di questioni che non riesce a gestire”.

POTENZA- “La verità è che l’Eni sta facendo male e sta danneggiando non il governo Bardi ma il popolo lucano. E stiamo parlando di una dirigenza aziendale che in Basilicata è sotto processo per reati di devastazione del territorio”.

POTENZA – Il Governo Bardi finisce al banco degli imputati. Nelle ultime ore il povero assessore all’Ambiente Gianni Rosa ha dovuto alzare bandiera bianca di fronte all’indifferenza mostrata da Eni.

POTENZA- A riavvolgerlo il nastro chissà come sarebbe andata. La politica, però, non è fatta di se e di ma. E’ fatta di scelte. Ed è evidente che di scelte sbagliate ne sono state fatte.