Centro Geriatrico di Matera, la Regione approva la delibera di accreditamento. Un sospiro di sollievo per le famiglie

MATERA – Scongiurata la dismissione del centro centro geriatrico di Matera, determinata dal mancato riconoscimento dell’accreditamento, giunto ieri sera con l’approvazione della delibera regionale di giunta per i 48 posti di assistenza residenziale e per i 18 in assistenza semiresidenziale. Un sospiro di sollievo per le famiglie degli ospiti, nei giorni scorsi allertate dalla dirigenza della struttura materana che aveva richiesto il trasferimento degli assistiti. Preoccupazione era stata espressa dai sindacati Fials e Confsal anche per il mantenimento dei livelli occupazionali nel presidio di cura, a quanto pare non più a rischio.

LA NOTA DELLA REGIONE – “Con determina dirigenziale abbiamo provveduto alla concessione dell’accreditamento istituzionale di 1° livello con prescrizioni della struttura sociosanitaria privata Centro Geriatrico Matera s.r.l. Si tratta di un atto che arriva alla fine di un percorso lungo, ma è un risultato importante per la città di Matera e tutta la Basilicata. Venerdì inizia anche il percorso di accreditamento della Residenza Villa Anna, a dimostrazione dell’interesse della nostra Giunta regionale verso la sanità materana. Rispondiamo con i fatti a chi è già in campagna elettorale”. Lo afferma in una nota il vicepresidente della giunta regionale ed assessore alla salute e alle politiche per la persona, Francesco Fanelli. L’accreditamento istituzionale di 1° livello con prescrizioni – da ottemperare entro 120 giorni – è stato concesso per i seguenti percorsi assistenziali: 20 PL tipologia R2, 20 PL tipologia R3, 8 PL tipologia R2D Alzheimer, 18 PL tipologia SR. L’accreditamento istituzionale di 1° livello è valido per tre anni. Il provvedimento sarà pubblicato sul B.U. della Regione Basilicata nei prossimi giorni.