17 Sep 2019
BREAKING NEWS
Home / In evidenza  / Centrosinistra, Bersani lancia i progressisti: “Qui a differenza di Sardegna e Abruzzo si può vincere”

Centrosinistra, Bersani lancia i progressisti: “Qui a differenza di Sardegna e Abruzzo si può vincere”

POTENZA – Dalla Basilicata può partire il percorso di aggregazione di tutti i progressisti. Se in Sardegna ed Abruzzo non è stato sufficiente, secondo l’on. Pierluigi Bersani, a Potenza, Matera e dintorni il solo fatto di aver rimesso insieme gli elettori del centrosinistra può rivelarsi un fattore utile per spuntarla. Pomeriggio tutto lucano per Bersani che ha riabbracciato Speranza e Bubbico e incoraggiato i candidati della lista “Progressisti per la Basilicata”. Nel capoluogo di regione ha ricordato anche il legame affettivo speciale che da ormai quasi 40 anni lo anima verso i lucani. Ma ad aprire i lavori all’interno dell’Auditorium del Seminario Maggiore, è stato Giannino Romaniello, che ha spiegato le ragioni che lo hanno spinto a non ricandidarsi. “Siamo pronti ad una nuova sfida impegnativa e bella. Siamo un collettivo fatto di persone giovani e adulte che formano una squadra che non scende in campo, perché nel campo del centrosinistra c’è sempre stata. Siamo l’unica lista che non ha ricandidato nessun consigliere uscente. La politica la si può fare pur non ricoprendo alcun ruolo istituzionale, senza mettere quindi al primo posto i propri interessi. Vogliamo governare per dare risposta alla nostra gente, con una coalizione guidata dall’amico Trerotola, plurale culturalmente ma unita nell’intento di correre contro un centrodestra che semina paura. Siamo contro il regionalismo differenziato alla “veneta”, non mettiamo in discussione agli accordi sottoscritti con Eni e Total, ma diciamo no ai nuovi pozzi”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”