13 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Centrosinistra, Pittella o Speranza: due visioni inconciliabili

Centrosinistra, Pittella o Speranza: due visioni inconciliabili

POTENZA- E’ sempre più logoro il filo che collega i poli del centro-sinistra di Basilicata, ridotto ad un brandello fin quasi polverizzato dalla guerra di trincea che, senza soluzioni, è scoppiata tra i fronti politici della vecchia coalizione. Se da un lato non sembra palesarsi cedimento alcuno- né da parte dei promotori del vertice di domenica scorsa tra i 16 segretari di partito, i firmatari del documento pro-primarie (il Pd della maggioranza vicina al segretario Polese e al presidente Pittella, il Psi, Realtà Itala, Progetto popolare, i Verdi) né da quello dei contrari all’ipotesi del “bagno di popolo” per la scelta del candidato presidente (Mdp e parte dei dirigenti del Pd lucano tra cui il senatore Margiotta, Valluzzi, Spada, Lacorazza e Santarsiero)- in parallelo allo scontro aperto che ancora mediaticamente si va consumando, è iniziata anche una guerra fredda che viaggia sottotraccia.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Mara Risola