17 Sep 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Cersosimo, omicidio-suicidio: Angela voleva la separazione

Cersosimo, omicidio-suicidio: Angela voleva la separazione

CERSOSIMO – Angela quest’estate aveva deciso di lasciarlo, di cambiare vita: voleva trasferirsi a Roma per continuare ad alimentare la sua brillante carriere di scrittrice di poesie e racconti per bambini. Vincenzo Valicenti sembrava aver preso la decisione della moglie di separarsi con naturale sofferenza, ma senza dare apparentemente segni di squilibrio che potessero far pensare ad un tragico epilogo. E, invece, sabato mattina con la sua pistola d’ordinanza ha prima sparato diversi colpi alla giovane moglie, poi ha deciso di farla finita, salvando dalla mattanza solo il loro figlio di otto anni, entrato a scuola pochi minuti prima. La guardia giurata di 41 anni lavorava all’ospedale di Tinchi per una ditta di vigilanza, ma da tre settimane non si recava a lavoro dopo aver presentato un certificato di malattia scaduto due giorni prima della tragedia. Pare che l’uomo avesse chiesto un ulteriore periodo di malattia ed ora è anche su questa documentazione medica che si concentrano le indagini dei carabinieri. I funerali di Angela Ferrara e Vincenzo Valicenti non si svolgeranno prima di giovedì, dal momento che la procura di Lagonegro ancora non ha dato il via libera alla restituzione delle salme alle rispettive famiglie.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”