Ciclismo, Pozzo un anno dopo: dall’incidente alla rinascita

OTENZA – Un quarantesimo posto a quasi un’ora dal leader della corsa normalmente non farebbe alcun effetto sui media.

Ma la prestazione di Domenico Pozzovivo al Criterium del Delfinato va contestualizzata in un discorso più ampio. Dopo il brutto incidente di un anno fa (il 14 agosto) sembrava un’utopia vederlo di nuovo in sella.

Ora il ciclista lucano può dire di essere tornato un professionista. prima c’erano state le operazioni, la lunga degenza, l’addio alla Baharain Merida, il nuovo contratto con la sudafricana Ntt Pro Cycling, l’accorta ripresa dell’attività, le prime gare, poi lo stop per l’emergenza sanitaria, gli allenamenti al chiuso, ancora operazioni, il ritorno in bici. Tra una cosa e l’altra anche due belel prestazioni virtuali al Giro d’Italia e al Tour de France sfruttando la piattaforma Zwift. Poi sono arrivate le gare vere, con le 5 tappe del Delfinato. Una buona partenza nelle prime tre frazioni, poi un crollo in parte anche voluto per non spremersi troppo alla prima uscita. Senza dimenticare l’obiettivo del Tour de France (dal 29 agosto) in cui Domenico Pozzovivo tornerà in gara in un grande giro, e poi la Vuelta a ottobre.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”