Cinque Stelle, è giallo sul seggio in Regione. Contestati i voti di Giorgetti

POTENZA – Gino Giorgetti, consigliere regionale del Movimento Cinquestelle, rischia di perdere la carica. Per pochissimi voti potrebbe cedere la poltrona ad un’altra candidata della stessa lista, che ha presentato un ricorso sull’attribuzione del seggio all’esperto di informatica di Melfi. Ieri mattina, al quarto piano della Regione, urla e parole in libertà, tanto che è stata chiamata la Polizia per sedare gli animi bollenti. Su disposizione del Tar, si è riunita una commissione formata da viceprefetto, dirigente regionale, difensori di parte, per il riconteggio delle schede elettorali di una sezione di Rionero in Vulture, in seguito al ricorso presentata dalla prima dei non eletti Carmela Carlucci, distanziata da Giorgetti di appena sette voti. La Carlucci ha contestato l’attribuzione dei voti al compagno di Movimento. Il verbale del seggio riportava 36 preferenze, mentre il rappresentante di lista ne aveva contati soltanto 26. Il riconteggio di ieri mattina ha confermato il dato registrato dal rappresentante di lista. Aperte le schede sono state trovate soltanto 26 e non 36 preferenze a Giorgetti. Ora la decisione torna al Tar.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”