Coppa Dilettanti, Vultur fuori a testa alta

RIONERO IN VULTURE – Il Corato vince ma lascia tanto amaro in bocca ai vulturini a causa della dea fortuna che gli ha girato le spalle quando al settimo minuto di gioco Scavone si fa parare il rigore concesso per atterramento dello stesso attaccante ad opera di Zangla.

Una seconda frenata è stata subita dalla Vultur, quando un vistosissimo fallo, non fischiato dal direttore di gara, subìto da Toglia al limite dell’area, ha consentito al Corato di passare in vantaggio.

Due episodi determinanti ai fini della gara, ma tant’è. Le due formazioni sono scese in campo con l’intento di non perdere: la Vultur si è affidata al classico 4-3-1-2, mentre il Corato inizialmente si è sceso in campo col modulo 4-2-3-1, ma dopo aver subito la rete e con l’innesto di Agodirin e Caputo ha cambiato in 4-3-3.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Antonio Pace