Coronavirus, contagi come infortuni sul lavoro. Gli infermieri i più colpiti

POTENZA – Sono 62 in Basilicata (35 in provincia di Potenza e 27 in quella di Matera) i contagi da Coronavirus di origine professionale denunciati all’Inail alla data del 31 maggio.

Nella nostra regione non si registrano casi mortali. Le professionalità più colpite sono gli infermieri. Il numero maggiore di denunce riguarda le lavoratrici (34) e la fascia di età 50-64 anni (54,8%), a seguire la fascia 35-49 anni (37,1%).

Quante alle professioni, tra i tecnici della salute l’81,8% sono infermieri; tutti i casi tra le professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali sono operatori socio sanitari; tutti i casi tra il personale non qualificato nei servizi di istruzione e sanitari sono ausiliari ospedalieri. Sempre dai dati Inail sulla base dell’attività economica: la gestione Industria e servizi registra il 96,8% delle denunce, gli altri due casi sono della gestione Conto Stato; il 46,6% delle denunce codificate per settore di attività economica (Ateco) riguarda il settore della “Sanità e assistenza sociale” dove gli ospedali, le case di cura e di riposo del settore rappresentano il 74,1% delle denunce. La Lombardia si conferma la regione più colpita.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Arturo Giglio