Coronavirus, coppia di Lavello scopre il contagio dopo una visita in ospedale

POTENZA – Da ieri anche la città di Lavello si ritrova a fronteggiare l’emergenza sanitaria.

Era rimasto per oltre due mesi l’unico centro lucano con più di 10mila abitanti senza casi positivi. Due i contagi accertati, una coppia, marito e moglie, entrambi asintomatici. Avrebbero contratto il virus alcune settimane fa al San Carlo, dove si erano recati per ragioni non riconducibili al Covid 19. Sono questi gli unici casi di giornata.

Caso sospetto invece a Maschito. Nella tarda serata di martedì la sindaca Adorisio aveva preannunciato alla sua comunità la presenza di un contagio sul suo territorio, tuttavia non conteggiato ieri nel bollettino di mezzogiorno. Pare si tratti dell’ennesimo caso di esito lievemente positivo e pertanto da approfondire attraverso la somministrazione di un secondo test faringeo nella giornata di oggi. 578 i tamponi processati ieri, undici le persone guarite. Tra queste, anche cinque dimessi dagli Infettivi del San Carlo e del Madonna delle Grazie. Verso il contagio zero sembra proiettata Sant’Arcangelo dove sono risultati negativi i tamponi somministrati sui familiari dell’ultimo cittadino risultato positivo. Mentre è in via di guarigione un altro santarcangiolese. Il sindaco Parisi ha lasciato intendere che ci potrebbe essere un caso di falso positivo, sarebbe il 17esimo in Basilicata. Clima sereno a Lauria dove sono risultati negativi invece tutti i tamponi eseguiti a vigili urbani, medici curanti, personale del distretto, personale dell’ospedale ed utenti. A Pignola, tamponi negativi per gli anziani e gli operatori della casa di riposo Ave Maria di Pantano.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo