Coronavirus, focolaio asintomatico in una casa di riposo: 15 positivi a San Giorgio Lucano

POTENZA – Altri due decessi a causa del coronavirus. Il primo è avvenuto nella tarda serata di martedì.

Un 71enne di Potenza, ricoverato da tempo nel reparto di Terapia Intensiva al San Carlo. Mentre è notizia di ieri della morte, sarebbe la seconda nella città di Matera, di un 78enne, che si trovava dal 17 marzo nel reparto di Terapia Intensiva dell’ospedale Madonna delle Grazie.

Salgono così a 23 le persone che non sono riuscite a sconfiggere il pericoloso virus in Basilicata. La task force regionale comunica intanto che sono stati effettuati 278 test per l’infezione da Covid – 19. Soltanto un caso positivo, registrato a Potenza. In serata, però, ne arriveranno in un colpo solo altri 15 da una casa di riposo di San Giorgio Lucano e un altro dal comune di Rotondella. Un duro colpo alle speranze dei lucani, che per 48 ore hanno pensato che il peggio fosse ormai passato. L’ufficializzazione è attesa oggi. Nove invece le persone guarite: una famiglia di Moliterno, madre e figlio di Potenza, un medico, e quattro cittadini di Avigliano, Policoro, Terranova e Marsiconuovo. Quarantacinque le guarigioni avvenute, di contro ci sono purtroppo anche 22 decessi, di cui dieci collegati al capoluogo. Più di 5mila i tamponi processati, 270 di nuovo i pazienti covid, sempre 8 quelli diagnosticati in altre regioni, ma residenti e in isolamento domiciliare in Basilicata. Stabile il numero dei ricoverati, stando ai numeri diffusi a mezzogiorno. Intanto al San Carlo, come in altri 13 ospedali italiani, è partita la sperimentazione della cura con il farmaco eparina su autorizzazione dell’Aifa.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo