Coronavirus, il privato c’è: anche Edpr e Rendina Ambiente danno una mano

POTENZA – Prosegue l’impegno delle aziende private finalizzato a dare una mano al sistema sanitario lucano e alla Basilicata attraverso iniziative concrete.

Prima l’Eni, che ha donato, tra le altre cose, una quarantina di postazioni per la terapia intensiva oltre a una ventina di ventilatori per rafforzare la disponibilità della Terapia Intensiva. Proprio martedì Breathe Energia in Movimento, azienda tutta lucana attiva nel settore delle rinnovabili, ha finanziato la realizzazione di un’app innovativa, con relativi dispositivi, che consentirà i pazienti Covid di rimanere in contatto a distanza con il proprio medico.

E’ di ieri, invece, la notizia del progetto di Edpr, che in Italia, ha concentrato i propri aiuti proprio in Basilicata, in favore della quale verranno acquistati test di diagnosi rapida che consentiranno alle strutture ospedaliere locali di esaminare 15000 pazienti. Edp Renováveis (Euronext: Edpr), leader mondiale nel settore delle energie rinnovabili e tra i più importanti produttori di energia eolica al mondo, presente in 14 Paesi, ha destinato 750.000 € in aiuti alla lotta contro il Covid-19.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”