Coronavirus, in calo ricoveri e casi

Nella settimana di rilancio della campagna vaccinale, su spinta dell’estensione dell’obbligatorietà del green pass a molteplici categorie di lavoratori, arrivano anche i primi segnali concreti di un abbassamento della curva epidemiologica e soprattutto di un calo consistente del tasso di ospedalizzazione.

Numeri, quindi, che segnano un’inversione di tendenza proprio in concomitanza con la ripartenza delle attività, al contrario di quanto accadde invece l’anno scorso. Simbolico il caso di Bella, l’anno scorso di questi tempi in mezzo alla cosiddetta seconda ondata faceva registrare le prime positività, dodici mesi più tardi, invece festeggia il traguardo di Comune covid free. Tutto questo, merito sicuramente dei vaccini. Notevole l’incremento delle somministrazioni effettuate negli ultimi sette giorni in Basilicata. Con un più 18 per cento rispetto alla settimana precedente. E da oggi al via per quattro weekend gli open day dedicati alle future mamme, su iniziativa delle aziende sanitarie di Potenza e Matera. Chi non è ancora immunizzata, può infatti recarsi presso il punto vaccinale più vicino, non è richiesta la prenotazione. E ci sono anche otto ricoverati in meno. Al San Carlo e al Madonna delle Grazie in tutto sono 43 i pazienti Covid che necessitano di cure, stabile a tre il numero dei lucani nelle terapie intensive. Scende al 3 per cento circa anche il tasso di positività. A fronte di 898 tamponi processati sono 25 i nuovi lucani contagiati, 13 nel Materano per effetto soprattutto degli 8 casi di Montescaglioso riconducibili ad un focolaio che ha interessato un unico contesto familiare. 36 i cittadini che sono guariti in tutta la regione. Attualmente 1.203 le persone alle prese con il Covid.