Coronavirus, rientra in Basilicata: positivo. Negativi gli ultimi 100 tamponi processati su Tricarico

POTENZA – E’ rientrato in questa prima settimana della fase 2 da un’altra regione il cittadino di Valsinni risultato positivo nelle ultime 24 ore.

Si trovava già in isolamento volontario. E’ l’unico contagio riscontrato su ben 834 tamponi processati. Salgono quindi a 5, come si apprende dal bollettino della task force, i contagi nel comune della provincia di Matera. Tre i guariti di giornata, due dei quali residenti nell’ex zona rossa di Grassano, dove dall’inizio della pandemia sono state individuate, lo ricordiamo, undici positività.

Il sindaco ha parlato di “liberazione” per i due nuclei familiari da tempo sottoposti all’isolamento. E ha annunciato anche l’esito negativo degli ultimi tamponi effettuati perché legati al più recente caso positivo in ordine cronologico. Scende invece a tre il numero di positivi a Policoro. Il terzo e ultimo guarito comunicato dalla task force, infatti, riguarda proprio la città jonica. Attualmente sono 140 i contagi da monitorare in Basilicata. Ventisette, invece, le persone decedute in Basilicata, più altre due morte in altre strutture. Il saldo tra guariti e ammalati resta positivo. Coloro che hanno sconfitto il virus sono 80 in più, 220 per l’esattezza. Sempre 8 i pazienti diagnosticati in altre regioni, residenti in Basilicata dove si trovano in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria sono stati analizzati 19.100 tamponi, di cui 18.694 risultati negativi. C’è un paziente in più rispetto all’ultimo aggiornamento ricoverato presso il reparto di Malattie Infettive del San Carlo, stabile la situazione invece al Madonna delle Grazie, struttura che ospita anche l’unico degente della Terapia Intensiva. I lucani in isolamento domiciliare sono 92. Infine, è iniziato a Potenza l’allestimento dell’ospedale da campo donato dal Qatar alla Basilicata. Le attrezzature erano state depositate dai militari a Tito un paio di settimane fa. Trecento i posti letto assegnati al capoluogo di regione, altri duecento saranno ricavati a Matera. Entro fine maggio dovrebbero essere completati.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo