Coronavirus, superati i 100 casi. E Bardi pensa a zittire i sindaci

POTENZA – Altra vittima lucana a causa del coronavirus. Si tratta di un 74enne residente a Rivello, ospite da tempo in una casa di riposo a Sala Consilina, struttura all’interno della quale sono stati trovati positivi molti pazienti.

Sale così a due il numero dei decessi in Basilicata, dopo il caso del 77enne di Marsicovetere. Nel frattempo sia al San Carlo sia al Crob i test eseguiti su alcuni operatori e dipendenti sono risultati negativi. Ma spuntano due casi nell’ospedale di Policoro, come annunciato dal sindaco Mascia.

Si tratterebbe di un medico ed un infermiere. Gli altri tamponi realizzati nella struttura del Comune Jonico sono invece risultati negativi. Novantatré gli ultimi tamponi eseguiti, ben 20 quelli positivi. Primi casi a Sant’Arcangelo, Rotondella, Marconia di Pisticci e Avigliano. Altri due invece a Salandra. Questi ultimi sono i familiari del paziente su cui è stato riscontrato il contagio nei giorni scorsi. Ben quattro, inoltre, soltanto a Montescaglioso, tutti relativi alla cerchia familiare del paziente in cura da domenica scorsa. E altro cittadino positivo a Bernalda. Nel pomeriggio il sindaco di Irsina ha ufficializzato il secondo caso. Ma dalla task force fanno sapere che sono stati trovati positivi anche altri cinque cittadini di Matera e due di Potenza. Sale così a 106 su 857 tamponi prelevati, il numero dei contagiati, più altri sei rilevati fuori regione. Aggiornato anche il bilancio dei ricoverati nelle strutture ospedaliere di Potenza e Matera. Ci sono 71 persone in isolamento domiciliare, 34 sotto osservazione in ospedale, dei quali 14 in terapia intensiva. Ancora nessun guarito o dimesso annunciato.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo