Coronavirus, tre nuovi contagi. A Tricarico l’incubo non è ancora finito

POTENZA – Il virus circola anche nella fase due. Non è ancora finita. Dopo tre giorni di tregua, spuntano tre nuovi casi di Covid diciannove sugli 483 tamponi processati.

Due contagi asintomatici sono stati riscontrati nell’ex zona rossa Grassano, che a breve dovrebbe essere interessata dallo screening epidemiologico già sperimentato a Moliterno e in corso a Tricarico.

Notificata la positività ad un volontario della protezione civile e ad una persona che da quattro mesi non vive nel comune. Si tratta di un ricoverato in lungodegenza dal 27 gennaio scorso – informa il sindaco sui social – presso l’ospedale di Matera, trasferito poi dal primo febbraio a Tricarico. Ora in cura presso il reparto di Malattie Infettive sempre del Madonna delle Grazie. Nel potentino invece c’è il secondo contagiato a Lauria. Il sindaco Lamboglia ha fatto sapere che si tratta di un soggetto rientrato dal Nord, non in questa settimana. Ma agli inizi di aprile, già in isolamento dal 10 aprile ed al quale, sono stati fatti anche diversi tamponi. Inizialmente era risultato negativo, ma i sintomi non sono scomparsi. “Pertanto lo staff medico non ha allentato sull’isolamento ed è andato fino in fondo, rilevando la positività”. Ad Anzi invece sono risultati negativi i tamponi eseguiti alle persone entrate in contatto con i quattro falsi positivi.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Michelangelo Russo