Cova, il rapporto di Arpab: campionamenti e pochi risultati

POTENZA – Tanti campionamenti e nessun risultato. Si potrebbe sintetizzare così il paragrafo del “Rapporto Ambientale trimestrale” pubblicato sul sito dell’Arpab e relativo al monitoraggio di due siti importanti come il Centro Oli di Viggiano e l’inceneritore ex Fenice di San Nicola di Melfi. Il documento, come si legge sul sito dell’Arpab, “rappresenta la sintesi delle conoscenze ambientali conseguite mediante il monitoraggio, il controllo,
l’attività analitica e l’elaborazione dei dati delle attività di Arpab. E’ un documento in costante evoluzione, integrabile
e modificabile ed in grado di adattarsi alla disponibilità di ulteriori dati. E’, altresì, propedeutico alla redazione della relazione dello stato dell’ambiente della Basilicata per l’anno 2016”. Bisogna quindi augurarsi che i dati relativi ai campionamenti effettuati sulle acque superficiali e sulle acque sotterranee (compresa l’area attraversata dalla condotta di reiniezione del pozzo Costa Molina 2, al centro dell’inchiesta della Procura di Potenza sulla gestione dei reflui derivanti dalle attività estrattive) presto possano essere pubblicati sul rapporto. (F.D.V.)

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”