Cova, sversamento di greggio: altri tre mesi per la bonifica

VIGGIANO – Altri tre mesi concessi all’Eni. Novanta giorni entro i quali la compagnia petrolifera dovrà ultimare la bonifica dei terreni interessati dallo sversamento di greggio dal Cova di Viggiano scoperto nel febbraio del 2017 e presentare il rapporto finale di caratterizzazione. Attività che, come concesso dalla Regione Basilicata con apposita delibera, dovranno essere tassativamente concluse entro il prossimo 30 settembre. La giunta Bardi ha concesso la proroga all’Eni dopo che il cane a sei zampe aveva evidenziato le difficoltà legate all’ottenimento delle autorizzazioni da parte dei Comuni interessati, dall’Arpab e dai proprietari dei terreni per ultimare le attività di emungimento delle 400 tonnellate (questa l’entità dello sversamento stimato dall’Eni) di greggio.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito