Covid, è allarme focolai nelle scuole a Potenza

POTENZA – Cresce l’incidenza delle positività riscontrate in Basilicata. 120 i positivi dell’ultimo bollettino e un decesso. Non ce l’ha fatta un 82enne ricoverato al San Carlo di Potenza.

Intanto preoccupano i focolai in alcune scuole di Potenza. Positivi 7 bimbi su 17 e una maestra, nella scuola primaria di Giuliano, sezione dell’infanzia. Bambini e maestra sono in quarantena da una settimana e asintomatici, come fa sapere il sindaco Mario Guarente. Per questo la catena del contagio dovrebbe già essere stata interrota.

Più preoccupante la situazione in una casa famiglia di Potenza dove sono state riscontrate 23 positività, 5 operatori e 18 ospiti, ragazzini che frequentano un istituto comprensivo di Potenza.

Intanto il segretario regionale della Flc Cgil di Basilicata, Paolo Laguardia ha chiesto alle autorità cittadine, sindaco e Ufficio scolastico regioanle, di chiudere la scuola Sinisgalli del capoluogo dove ci sono 13 classi in quarantena. “Desta particolare preoccupazione il focolaio scoppiato presso l’I.C. Sinisgalli di Potenza- scrive Laguardia – dove sarebbero una decina le classi in quarantena per la presenza di alunni positivi. Numero che potrebbe aumentare a seguito dei tamponi che si stanno effettuando nelle ultime ore”. “Considerato l’elevato numero di classi coinvolte, l’articolazione delle cattedre su diverse classi (nelle Educazioni della scuola media un insegnante insiste su ben 9 classi), considerato altresì che molti alunni hanno fratelli o sorelle in altre classi dello stesso istituto, chiediamo alle autorità preposte che sia valutata, con la dovuta tempestività, l’ipotesi della chiusura della scuola”.