23 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca  / Eni, gli ambientalisti chiedono alla Regione di opporsi all’impianto di trattamento acque

Eni, gli ambientalisti chiedono alla Regione di opporsi all’impianto di trattamento acque

POTENZA – Le associazioni Mediterraneo no triv nelle persone dell’Ing. Antonio Alberti e Avv. Giovanna Bellizzi, il Dott. Gianpaolo Farina per No Scorie Trisaia, Paride Rinaldi per Cova Contro e la Dott.ssa Isabella Abate per Osservatorio Popolare per la Val D’Agri hanno partecipato alla Conferenza di Servizi che si è svolta il giorno 9 Luglio 2019 presso il Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata. Al centro della discussione l’impianto di trattamento acque che il Cova vorrebbe realizzare in Val d’Agri. L’Ing. Antonio Alberti ha eccepito l’improcedibilità della Conferenza di Servizi a causa dei seguenti tre motivi: la caratterizzazione e la perimetrazione della zona interessata dallo sversamento di petrolio dal Cova è ancora in corso di svolgimento e pertanto prima di sapere se altri territori sono o meno interessati dall’inquinamento da petrolio nel sottosuolo non è certo possibile utilizzarlo per un nuovo impianto. Poi il nuovo impianto dell’Eni comporterà la produzione di ingenti quantità di rifiuti pericolosi per l’ambiente e ciò impone prima l’aggiornamento del Piano Regionale Gestione rifiuti nonché la verifica di impatto che il trattamento delle acque di produzione potrà avere sul territorio.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”