Ex Parmalat, sindaci portano un documento in consiglio regionale. Sit-in dei lavoratori a Potenza

ATELLA – Entra nel vivo la vertenza dei lavoratori “ex Parmalat”. Dopo l’assemblea, convocata ad Atella sabato scorso oggi previsto un presidio davanti alla Regione in vista di un incontro perorato dai consiglieri regionali Mollica e Leggieri e dai sindaci dei comuni dell’area. E proprio questi ultimi hanno prodotto un documento da sottoporre all’assemblea regionale “in considerazione della totale assenza di prospettive occupazionali e reddituali connesse alla scadenza della mobilità ed alla impossibilità (al momento dichiarata dalla Regione) di prorogarne la durata chiede al Consiglio e alla Giunta regionale alcuni atti”. “Verifichi ogni ulteriore possibilità di un prolungamento del periodo di utilizzo degli ammortizzatori sociali unitamente alla ricollocazione (probabilmente già ipotizzata) di una parte dei lavoratori interessati nel settore idraulico-forestale. La Regione consideri, anche in funzione delle prospettive di riutilizzo del sito produttivo, l’eventualità di un reimpiego incentivato di maestranze “ex Parmalat” (comprese quelle transitate attraverso la Ecosun Power) presso aziende interessate ad iniziative di reindustrializzazione ubicate nell’area della Valle di Vitalba, come accaduto nel caso dei lavoratori “ex Cutolo”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”