Fase 2: “Liberi tutti”, ma si fanno meno tamponi

POTENZA – Rispetto alla settimana scorsa e fino alla giornata di mercoledì in Basilicata sono stati effettuati 104 tamponi in meno.

Flessione che si materializza curiosamente proprio a ridosso dell’allentamento delle misure previste e in particolare della riapertura degli spostamenti interregionali. E’ quanto emerge dal monitoraggio indipendente realizzato dalla Fondazione Gimbe.

Nel report emerge infatti come sul nostro territorio e in altre otto regioni ci sia stata stata una riduzione dei test, in contrasto rispetto al trend nazionale, che invece si mostra in rialzo di quasi il 5%. Gli esperti ritengono quello dei tamponi diagnostici eseguiti un fattore importante per rilevare il numero dei nuovi casi. Ecco spiegata la valutazione del trend dei tamponi totali e di quelli eseguiti a partire dal 23 aprile scorso. In particolare, a livello nazionale, il trend dei tamponi totali risulta in picchiata libera nelle ultime due settimane (complessivamente -12,6%). Il trend dei tamponi diagnostici è crollato del 20,7% in prossimità delle riaperture del 4 maggio, per poi risalire e precipitare nuovamente del 18,1% in vista delle riaperture del 3 giugno.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”