Galdo-Pollino, Ruggiero: “Si doveva fare di più”

LAURIA – Si è svolto venerdì, presso il comune di Lauria un incontro sui lavori di messa in sicurezza della Galdo-Pollino. Alla riunione erano presenti il presidente della Provincia di Potenza Rocco Guarino, il neo assessore provinciale alla viabilità Filippo Sinisgalli, l’ingegnere Colangelo dell’Ente e i sindaci di Lauria Gianni Pittella col suo vice Giulio Labanca, il primo cittadino di Viggianello Antonio Rizzo in veste anche di consigliere provinciale, il sindaco di Castelluccio Inferiore Paolo Campanella, il sindaco di Rotonda Rocco Bruno e il primo cittadino di Castelluccio Superiore Giovanni Ruggiero.

Il tavolo dei sindaci dell’area


Nel corso dell’incontro sono emerse le priorità dei sindaci sulla messa in sicurezza di una strada che ogni giorno vede la percorrenza di circa 284 mezzi pesanti tra autobus e camion che si muovono per motivi logistici dovuti alla presenza sul tratto degli indotti San Benedetto e Centrale del Mercure. Ma il traffico aumenta sensibilmente in estate, quando la percorrenza dei camion della San Benedetto è più sostenuto a causa dell’aumento di forniture.
Più severo il primo cittadino di Castelluccio Superiore Giovanni Ruggiero, che ha invitato i colleghi sindaci a fare mea culpa sul mostrare maggiore serietà ed essere meno superficiali, mettendo subito in chiaro alla cittadinanza sulle difficoltà che ci sarebbero state in merito alla realizzazione dell’opera, denunciando inoltre proprio la poca sicurezza riguardante il tratto che percorre il km 145 che passa proprio nel territorio comunale di Castelluccio Superiore. “Le mie perplessità sulla Galdo – Pollino sono tante, però mi preme evidenziare le problematiche che riguardano il tratto che interessa la mia comunità di Castelluccio Superiore, cioè il lotto A che va dal km 140 al 151, quindi fino all’accesso autostradale di Lauria Sud. Questo tratto è interessato da una miriade di mezzi pesanti, pullman e autoveicoli che, principalmente in estate, percorrono questa strada, e quindi mi sarei aspettato e immaginato che la concentrazione economica degli interventi, fosse stata nel suddetto tratto che rappresenta a oggi la parte più pericolosa”.

Il sopralluogo

Non usa mezzi termini Giovanni Ruggiero, sindaco di Castelluccio Superiore, nel suo intervento fatto nel corso della riunione dei sindaci con la Provincia di Potenza sulla Galdo Pollino. Il primo cittadino ha evidenziato i suoi dubbi sugli investimenti messi a punto per il tratto di strada che attraversa anche il valico di Prestieri, affermando che “proprio in quel punto si doveva intervenire con un lavoro completo”, esprimendo perplessità “che su questo tratto possano arrivare altri investimenti”. “Dovevamo essere bravi e rispettosi verso i nostri cittadini e intervenire in maniera concreta in quel tratto”, ha spiegato Ruggiero, “questa doveva essere un’occasione per dimostrare ai nostri cittadini di essere persone serie. Si doveva intervenire in sicurezza facendo un lavoro completo. Sei milioni sono insufficienti a risolvere questi problemi. Tranne in un punto e mezzo dove i lavori sono fatti bene, il resto della percorrenza mantiene una alta pericolosità. Non sono un tecnico e né tantomeno un ingegnere”, ha concluso Ruggiero, “ma spero di sbagliarmi o essere smentito, ma per questo tratto, ripeto, si doveva fare di più e in tempi anche più brevi e veloci”. A termine della riunione si è convenuto di velocizzare l’appalto dei suddetti fondi, avviando anche un dialogo con la Regione per una richiesta sui ribassi e un invito ad individuare nuovi finanziamenti per la viabilità minore. A seguito della riunione la Provincia di Potenza, con il presidente Rocco Guarino e Filippo Sinisgalli delegato alla viabilità, nella prima uscita del nuovo Consiglio, si è recata su tutto il tratto della Galdo – Pollino, per determinare ultimi aspetti che porteranno all’affidamento dei lavori dei lotti provinciali entro fine anno, da Lauria a Rotonda-Viggianello.