17 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / Sport  / Giro d’Italia, Basilicata assente “ingiustificata”

Giro d’Italia, Basilicata assente “ingiustificata”

Giovedì pomeriggio presso la sede Rai di Via Mecenate a Milano, sono stati svelati i dettagli delle 21 tappe del Giro d’Italia 2020. Partenza da Budapest sabato 9 maggio per arrivare al Duomo di Milano il 31 maggio dopo 3579,8 chilometri di corsa. Tre le tappe in Ungheria con successiva ripartenza della Carovana dalla Sicilia, dove si arriverà anche sull’Etna ai 1810 metri di Piano Provenzana. La risalita dello Stivale inizierà da Mileto, in Calabria, con un altro importante arrivo in salita a Camigliatello Silano. Poi via verso la Puglia a Brindisi, Giovinazzo e Vieste. Percorrendo la dorsale adriatica si arriverà a Cesenatico e Cervia dove verrà celebrato l’indimenticabile Marco Pantani e la “9 Colli”, una delle granfondo amatoriali più importanti al mondo. La frazione numero 15, vedrà i girini partire sotto il volo delle Frecce Tricolori, che con una tappa difficile, accompagneranno la corsa fino a Piancavallo dove proprio nel 1998 trionfò il Pirata. Da segnalare anche la cronometro Conegliano-Valdobbiadene ribattezzata “crono del Prosecco” per onorare il riconoscimento Unesco dello scorso luglio, di quest’area del Veneto, a “Patrimonio dell’Umanità”. Ancora gli arrivi in salita di Madonna di Campiglio e dei Laghi di Cancano con transito su Passo dello Stelvio (quota 2758m) Cima Coppi del Giro. L’ultima occasione per ribaltare la classifica generale si avrà nella 20esima frazione da Alba al Sestriere con 200 chilometri, resi infernali dalle salite del Colle dell’Agnello (2744m), Col d’Izoard e Montgenevre prima della sparata finale sul Sestriere.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Antonio Iannibelli