I consiglieri comunali di Potenza, Beneventi e Stella Brienza: “Aderiamo al progetto di Chiorazzo”

I consiglieri comunali di Potenza Michele Beneventi ed Enzo Stella Brienza aderiscono al progetto di Angelo Chiorazzo

Mentre si moltiplicano le adesioni ed il sostegno di pezzi importanti della società civile, la candidatura a presidente della Regione di Angelo Chiorazzo incontra i favori anche di esponenti istituzionali all’interno dei Consigli comunali. I consiglieri comunali della città di Potenza Michele Beneventi ed Enzo Stella Brienza accolgono con entusiasmo l’appello rivolto da Chiorazzo alle forze politiche e civiche della regione per costruire insieme il progetto per una Basilicata migliore. E realizzare quel “cambiamento significativo e duraturo”, teso a perseguire progresso e solidarietà comunitaria, merito e bisogno individuale.

I consiglieri comunali di Potenza Michele Beneventi ed Enzo Stella Brienza aderiscono al progetto di Angelo Chiorazzo
Si allarga il consenso sulla candidatura di Angelo Chiorazzo: i consiglieri comunali Beneventi e Stella Brienza aderiscono al suo progetto.

Beneventi e Stella Brienza: “Il progetto di Angelo Chiorazzo può aiutare la rigenerazione della politica e il processo di cambiamento”

Riteniamo – spiegano in una nota i due consiglieri – che l’approdo naturale dell’esperienza di questi anni portata avanti dal gruppo “Potenza Prima” all’interno del Consiglio Comunale di Potenza e del nostro impegno civico per la città, fuori dai partiti tradizionali, debba incontrare l’iniziativa e il progetto di rinascita della Basilicata, lanciato da uno dei più importanti cooperatori italiani della solidarietà e dell’assistenza a più bisognosi.

L’iniziativa generosa di Angelo Chiorazzo può aiutare la rigenerazione della politica ed il processo di cambiamento nell’amministrazione della cosa pubblica del nostro territorio. Noi – aggiungono Beneventi e Stella Brienza – con umiltà, ci mettiamo a disposizione di questo progetto. Per aiutare la città capoluogo di regione ad uscire dalla profonda crisi di identità e di governo nella quale è sprofondata in questi ultimi anni di Amministrazione di destra guidata dal Sindaco Guarente. Una città senza bussola. Retrocessa agli ultimi posti delle classifiche di merito per qualità della vita. Con un centro storico abbandonato ad un destino di disordine e desertificazione residenziale, commerciale e culturale. Con periferie e contrade sempre più isolate a causa di servizi pubblici scadenti e infrastrutture primarie assenti o dimenticate. Di fatto una città tradita rispetto a tutti gli impegni e le promesse assunte nella campagna elettorale del 2019.

Anche la città di Potenza, come la Regione Basilicata, deve tirarsi fuori dal baratro nel quale è precipitata. Cambiare si può…..cambiare si deve!Questo è il momento.