Immigrazione illecita, 16 arresti e 5 aziende agricole sequestrate

POTENZA – E’ in corso dalle prime ore di questa mattina una vasta operazione di polizia culminata con l’esecuzione di 16 misure cautelari degli arresti domiciliari nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla procura di Potenza a carico di un’organizzazione accusata di aver favorito l’ingresso o la permanenza in Italia di stranieri “dietro illecita remunreazione.

Le misure cautelari emesse dal gip del tribunale lucano riguardano non solo la provincia di Potenza, ma anche quelle di Milano, Firenze, Foggia e La Spezia. Complessivamente sono 56 le persone indagate, tra italiani e stranieri. Coinvolti anche diversi imprenditori agricoli del Vulture-Melfese: cinque le aziende agricole (3 di Lavello, 1 di Venosa e 1 di Ascoli Satriano nel Foggiano) sottoposte a sequestro preventivo, sempre su decisione del giudice per le indagini preliminari. Maggiori dettagli verranno illustrati in mattinata nel corso di una conferenza stampa in procura a Potenza.