Inaugurazione Swing, tensione a Potenza Centrale

POTENZA – Due nuovi treni Swing circolano da oggi sulla rete ferroviaria lucana.
   

L’arrivo dei due convogli “rientra nel Contratto di servizio 2015-2023 sottoscritto da Regione Basilicata e Trenitalia (Gruppo Fs Italiane), che prevede sei treni Swing, di cui quattro già in esercizio per un investimento complessivo di 27, 2 milioni di euro (di cui 3,5 a carico della Regione), consentendo un significativo abbassamento dell’età media della flotta dei treni regionali in circolazione in Basilicata”. Stamani i due treni sono stati consegnati nella stazione di Potenza: erano presenti l’assessore regionale ai Trasporti, Donatella Merra, il direttore Divisone passeggeri regionale Trenitalia, Sabrina De Filippis, e il Direttore Regione Trenitalia Puglia e Basilicata, Bruna Di Domenico.

Tensione però all’esterno della stazione dove si è consumata invece, una protesta dei lavoratori.

A presidiare la stazione centrale del capoluogo i lavoratori dell’ex Firema e di Ferrosud che hanno atteso l’arrivo dell’assessore Merra.

“Qui in Basilicata – ha spiegato il rappresentante di Fim-Cisl Giovanni Larocca-  Firema e Ferrosud  sono state ignorate, i lavoratori licenziati  mentre sono stati acquistati nuovi mezzi all’esterno, quando invece la componentistica poteva essere prodotta in Basilicata. Firema a dicembre 2022 chiuderà, è stato già fatto un accordo di chiusura perché l’imprenditore non può più produrre i materiali e stesso destino per la Ferrosud”. A protestare anche la Uilm e la Fiom, sottolineando che l’ amministratore delegato di Trenitalia era in passato l’Ad di Firema. Mentre in Campania il governatore ha fatto assumere duecento persone, la politica lucana è assente, questo lo slogan.

Il confronto fra Merra e Galgano (Uilm)

Poi l’arrivo dell’assessore alle Infrastrutture, Donatella Merra che non si è sottratta al confronto e prima dell’inaugurazione dei due nuovi convogli, ha incontrato i lavoratori.

 “Oggi non vi posso dare  una soluzione non mi occupo di politica industriale, ma porterò questo grido di allarme al presidente e all’assessore al ramo e vi assicuro che nell’ esercizio delle mie competenze, quando si tratterà di stipulare con Trenitalia un nuovo contratto di servizio relativamente alla produzione di componentistica, terremo conto di tutto questo”.