Inchiesta Sanità, in 36 davanti al gup di Matera

MATERA – A nove mesi di distanza dal blitz che il 6 luglio dello scorso anno portò ad arresti e perquisizioni, l’inchiesta sui presunti concorsi truccati in sanità approda nelle aule del tribunale di Matera. Questa mattina, infatti, 34 persone e due società dovranno presentarsi davanti al gup Angelo Onorati per l’avvio dell’udienza preliminare del processo. Qualora le notifiche dovessero risultare regolari, il giudice dovrebbe subito stilare un calendario delle udienze per arrivare alla decisione sulla richiesta di rinvio a giudizio avanzata nei mesi scorsi dal pubblico ministero, Salvatore Colella. Nell’inchiesta denominata ”Il Suggello”, che lo scorso 6 luglio portò a 22 arresti, è coinvolto anche l’ex presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, accusato di concorso in falso ed abuso d’ufficio e sottoposto per oltre due mesi alla misura cautelare degli arresti domiciliari, poi revocati e sostituiti con il divieto di dimora, a sua volta cancellato dopo le dimissioni da governatore.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito