22 Nov 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Inchiesta Sanità, la Cassazione: “Pittella arrestato ingiustamente, solo congetture”

Inchiesta Sanità, la Cassazione: “Pittella arrestato ingiustamente, solo congetture”

POTENZA – Non emergono ”gravi indizi di colpevolezza” che giustifichino ”esigenze cautelari” a carico di Marcello Pittella. E’ questa una delle motivazioni principali che ha portato la quinta sezione penale della Cassazione ad accogliere lo scorso 26 novembre il ricorso avanzato dalla difesa del governatore lucano, coinvolto nell’inchiesta sui presunti concorsi truccati in sanità con l’accusa di concorso in falso ed abuso d’ufficio. Sono tanti i rilievi mossi dalla Corte Suprema in relazione all’ordinanza con la quale il tribunale del Riesame, lo scorso 19 luglio aveva confermato i domiciliari per Pittella (poi revocati dopo la chiusura delle indagini preliminari a fine settembre). Una serie di punti sui quali il tribunale della Libertà, in diversa composizione, dovrà tornare ad esprimersi fissando un’udienza entro i prossimi dieci giorni. Per la Cassazione ”il tribunale del Riesame di Potenza non ha individuato elementi indiziari dai quali desumere che Pittella abbia fatto sorgere o rafforzato il proposito criminoso nei coindagati”.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito