16 Jul 2019
BREAKING NEWS
Home / Apertura  / Inchiesta Sanità, procura di Matera chiude indagini: 34 persone coinvolte

Inchiesta Sanità, procura di Matera chiude indagini: 34 persone coinvolte

MATERA – La Procura di Matera ha chiuso le indagini preliminari nell’ambito dell’inchiesta sui concorsi truccati in sanità che lo scorso 6 luglio aveva portato agli arresti domiciliari anche il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, con l’accusa di concorso in falso ed abuso d’ufficio nell’ambito del filone investigativo riguardante un paio di concorsi banditi dall’Asm che riguarda anche gli ex vertici dell’azienda sanitaria materana, Pietro Quinto e Maria Benedetto, rispettivamente ex commissario e direttore amministrativo (entrambi passati dal carcere agli arresti domiciliari dopo essersi dimessi dai rispettivi incarichi). L’operazione “il Suggello”, condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dal pubblico ministero Salvatore Colella, portò a 30 misure cautelari su disposizione del gip, Angela Rosa Nettis. Nello scorso mese di luglio il tribunale del Riesame di Potenza aveva rigettato il ricorso dei legali del presidente Pittella – attualmente ancora sospeso dalla carica per effetto della legge Severino – confermando i domiciliari. Con la conclusione delle indagini e il venir meno del rischio di inquinamento probatorio non si esclude un’attenuazione delle misure cautelari adottate nei confronti degli indagati. Il governatore lucano è anche in attesa del giudizio della Cassazione, davanti alla quale i suoi legali hanno impugnato il verdetto del Riesame.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Fabrizio Di Vito