27 May 2019
BREAKING NEWS
Home / Cronaca Giudiziaria  / Inchiesta Sanità, Quinto e Benedetto dal carcere ai domiciliari

Inchiesta Sanità, Quinto e Benedetto dal carcere ai domiciliari

MATERA – Erano gli unici due finiti in carcere nell’ambito dell’inchiesta sulla concorsopoli nella sanità Lucana e i primi ad essere stati ascoltati dal gip di Matera Angela Rosa Nettis che ha disposto l’attenuazione della misura cautelare per l’ex commissario straordinario dell’Azienda sanitaria materana, Pietro Quinto, per il quale sono stati disposti i domiciliari. Stessa decisione anche per il direttore amministrativo dell’Asm, Maria Benedetto. E’ atteso entro domani il pronunciamento del giudice per le indagini preliminari anche sul presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, da dieci giorni ai domiciliari nella sua abitazione di Lauria. La decisione del gip circa una probabile attenuazione della misura cautelare disposta per il governatore, anticipa quella attesa al termine dell’udienza davanti al Riesame fissata a martedi 24 luglio. Con il governatore della regione, attualmente sospeso dall’incarico, sono scattati i domiciliari per altre 20 persone. Misura quest’ultima revocata nei giorni scorsi anche per il funzionario dell’Asm Rosanna Grieco finita sotto la lente della procura di Matera per le precedure del concorso bandito dall’Asm per due dirigenti del dipartimento di otorinolaringoiatra.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”