La locandina del Matera Film Festival tra le migliori al mondo nel 2020

MATERA – Matera torna sotto i riflettori del successo globale. E lo fa grazie ad una intuizione, quella di rappresentare concettualmente in una locandina, lo spirito alla base di un festival cinematografico internazionale che ha debuttato quest’anno, attraverso l’immagine di una balena in volo su Matera. E’ quanto ha fatto il creative director del Matera Film Festival, il lucano Silvio Giordano.

La balena in volo su Matera nel trailer del Festival

Un’immagine letteraria, come la balena di Pinocchio o Moby dick, un simbolo onirico di libertà e bellezza ma anche un veicolo di un messaggio ecologista, che punta i riflettori su stili di vita sbagliati che oggi più che mai nell’era covid ci fanno capire che siamo fragili, fragili come gli animali in via d’estinzione, come la balena per l’appunto. Ma intanto la Balena Giuliana è prima di tutto uno dei tanti simboli di Matera, il più grande cetaceo del Pleistocene. Anzi il più grande animale fossile mai ritrovato. Scoperta nel 2006 a pochi chilometri dal capoluogo lucano, sulle sponde del Lago di San Giuliano. Intanto il Festival ha avuto un grande successo quest’estate con sopiti intrenazionali e partner europei. Ma la balena ha fatto molto più. Ha portato fortuna al festival. La locandina infatti, è tra le migliori al mondo realizzate nell’ambito dei World’s Best Film Festival Posters 2020. Ad aggiudicarle il titolo è José Alberto Hermosillo – scrittore, critico cinematografico, editor, e fondatore del Festival di Los Angeles.

La locandina del Matera Film Festival

Maggiori dettagli nell’edizione cartacea de la Nuova del Sud di oggi, mercoledì 18 novembre 2020