“La Matera dei prossimi anni dovrà essere capace di valorizzare il dialogo con i cittadini”. Ecco le linee programmatiche di Bennardi

MATERA – Il Consiglio comunale di Matera è tornato a riunirsi nella giornata di ieri. All’ordine del giorno dell’Assemblea la presentazione delle linee programmatiche per il mandato amministrativo 2020-2025, l’istituzione delle Commissioni consiliari permanenti; gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende ed istituzioni, nonché la nomina dei rappresentanti del Consiglio presso enti, aziende ed istituzioni ad esso espressamente riservate dalla legge. Il Consiglio si è riunito in modalità telematica. A seguire uno stralcio dell’ntervento del sindaco Domenico Bennardi.
“Preparare le linee programmatiche per i prossimi anni non significa solo predisporre un elenco di cose da fare, di progetti e di interventi, ma esprimere un’idea di città per il futuro, interrogarsi su quali coordinate e obiettivi tendere per dare forma alla visione per il futuro della città.
Matera ha dimostrato di essere una città vibrante, un formidabile laboratorio urbano, sociale, culturale ed economico, nel quale si sono spesso sperimentati nuovi modelli di convivenza e di produzione, di assorbire i cambiamenti. Matera deve ambire a rappresentare un luogo della contemporaneità, in cui i suoi straordinari segni del passato trovino nuove forme di dialogo con i quartieri e le periferie (…). Abbiamo disegnato questo percorso lungo tre assi: qualità della vita dei cittadini; cura e organizzazione del territorio; sviluppo intelligente e sostenibile. L’ecologia della politica – nella sua accezione più ampia – è la premessa della convivenza, dei diritti e delle opportunità. Vogliamo promuovere un tessuto connettivo che dia voce e dignità a tutti, incoraggiando la cultura del rispetto delle regole, rendendo i cittadini consapevoli e attivi nelle reti di sostegno”. (…)

Maggiori dettagli nell’edizione cartacea de La Nuova del Sud di oggi, 11 Novembre 2020