L’acheruntino Di Bono Cavaliere al Merito della Repubblica

ACERENZA – Nella sua Acerenza è per tutti Tonino. Sabato mattina ha ricevuto l’onorificenza di cavaliere della Repubblica a Potenza nel teatro Stabile. Antonio Di Bono ha deciso di intraprendere la carriera militare negli anni ‘70. Tra il 2002 e il 2003 è stato impegnato nella missione in Kosovo ricoprendo l’incarico di vice capo della segreteria del comandante della Kfor. Due anni dopo gli verrà conferita la Croce d’Argento al Merito dell’Esercito per aver assolto “le sue funzioni con eccezionale abnegazione, encomiabile spirito di sacrificio ed esemplare dedizione al servizio” e per aver garantito “in ogni circostanza, un costante flusso informativo tra il comandante e le unità dipendenti ed il necessario collegamento con gli organi nazionali”.

Di Bono col sindaco Scattone

I complimenti sono arrivati anche dal sindaco di Acerenza, Fernando Scattone alle prese con la zona rossa fino al prossimo 6 giugno. “Un’ onorificenza importante, anzi il primo fra gli Ordini nazionali che è destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari.”. Quest’ultima onorificenza si aggiunge a quelle già possedute : Croce d’argento per anzianità di servizio; Croce d’oro per anzianità di servizio; Medaglia NATO per servizio prestato nella ex-Jugoslavia; Croce commemorativa per la missione di pace in Bosnia; Medaglia NATO per servizio prestato in Kosovo; Croce d’argento al merito dell’Esercito.