Lagonegro, al voto ma senza commissario

LAGONEGRO – Altro colpo di scena a Lagonegro nella tormentata esperienza amministrativa iniziata due anni e mezzo fa. Pasquale Mitidieri allo scadere dei canonici 20 giorni ha infatti revocato le dimissioni rassegnate il 14 novembre scorso. Una decisione che aveva preso per gravi problemi di salute che mal si conciliavano con le avversità amministrative incontrate lungo il percorso. Allo stesso tempo però ha comunicato l’impedimento permanente proprio per le motivazioni di cui sopra. Dunque non tornerà alla guida del Comune valnocino come era successo a maggio scorso. Un escamotage che permette di restituire la piena funzionalità all’apparato comunale senza quindi interrompere l’azione politico-amministrativa, salvaguardando le istituzioni, con la “certezza che non si abbandonerà il cammino preso”. In questo modo il vicesindaco Giovanni Santarsenio traghetterà il Comune alle elezioni anticipate a maggio scongiurando l’arrivo del commissario prefettizio.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Alessandro Panuccio