Lagonegro, presidio della Coldiretti: “Si convochi il Tavolo Verde”

LAGONEGRO- «Convocare urgentemente il Tavolo Verde per individuare delle soluzioni più opportune ad evitare il rischio disimpegno».

Lo ha ribadito in mattinata ieri il presidente di Coldiretti Basilicata, Antonio Pessolani, nel corso dell’affollata assemblea popolare organizzata a poche centinaia di metri dall’uscita autostradale di Lagonegro Nord, per denunciare l’allarme già lanciato nelle scorse settimane legato alle oltre 20 mila pratiche, dal 2016 al 2019, delle misure a superficie del Psr Basilicata (biologico, indennità compensativa, integrato, semina su sodo) ancora inevase. Per non mettere a rischio l’agricoltura e l’agroalimentare, evitare lo spopolamento e l’abbandono dei territori, Coldiretti Basilicata ha incontrato di nuovo gli agricoltori, dopo le assemblee popolari del 16 maggio e del 27 giugno dello scorso anno.

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”