23 May 2019
BREAKING NEWS
Home / Potenza e Provincia  / Cronaca  / Lagonegro, presunte violenze: sigilli alla casa di riposo

Lagonegro, presunte violenze: sigilli alla casa di riposo

LAGONEGRO – Continuano le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Lagonegro, relative alla vicenda dei presunti maltrattamenti pluriaggravati in una casa di riposo di Lagonegro ai danni di anziani e soggetti non autosufficienti. Dopo 60 giorni di intercettazioni nei quali sono stati accertati circa 30 episodi di rilievo penale, gli uomini guidati dal comandante della Compagnia dei carabinieri di Lagonegro Salvatore Basilicata, a sirene spiegate, si sono recati presso la struttura di accoglienza dove hanno notificato gli ordini di arresto. La coordinatrice della struttura e un’operatrice socio-sanitaria sono state arrestate e poste ai domiciliari, per una seconda operatrice socio-sanitaria il Gip di Lagonegro ha disposto il divieto di dimora in un raggio di 100 km dalla casa di riposo. Ieri si è tenuta in procura una conferenza stampa su quanto è accaduto, alla quale hanno partecipato il procuratore capo della Repubblica di Lagonegro Gianfranco Donadio, il pm Giovanna Lerose, il comandante della compagnia dei carabinieri di Lagonegro, il comandante dei Nas e il comandante del nucleo operativo.

 

Approfondimenti sull’edizione cartacea de “La Nuova del Sud”

di Federica Mastroianni