L’Albero di Natale di Tito diventa “maggiorenne”

TITO – Per la diciottesima volta consecutiva, il versante della torre di Satriano che si affaccia verso Tito, verrà illuminato dall’albero di Natale più grande della Basilicata. L’installazione, curata come sempre dall’Anspi Carità, con il sostegno dell’amministrazione comunale di Tito, ha visto rinnovata la partnership con l’azienda Basilicata Energia luce & gas, che fornirà gratuitamente l’energia elettrica necessaria ad illuminare l’albero. Mercoledì 8 Dicembre, alle ore 20:00, nella villa comunale Europa, la sagoma natalizia sarà teleattivata da Nicky Russo, atleta lucano partecipante alle Paralimpiadi Tokyo 2020.

“L’albero di Natale più grande della Basilicata, come sempre, illuminerà il nostro territorio durante il periodo natalizio, facendo da cornice ad una serie di eventi che questa amministrazione ha inteso promuovere direttamente o patrocinare, grazie all’impegno instancabile delle associazioni locali– sottolinea Fabio Laurino, vicesindaco di Tito e assessore alla cultura – per condividere, con grandi e piccoli, lo spirito del Natale oggi più che mai necessario”.

“Quest’anno, sempre in ottemperanza alle vigenti norme AntiCovid19, la teleattivazione avverrà nella villa comunale Europa. Abbiamo a disposizione circa 150 posti a sedere, l’accesso in villa sarà consentito solo con il green pass – aggiunge Giuseppe Palazzo, presidente dell’Anspi Carità di Tito -. Vogliamo contribuire con l’Albero di Natale ad inviare simbolicamente un messaggio di pace e serenità a quanti verranno raggiunti dalla sua luce”. “Ho il piacere di annunciare che quest’anno – conclude il presidente Palazzo – ci sarà una novità alla vista dell’albero, resa possibile oltre che dagli alberaioli volontari per la parte realizzativa, anche grazie al supporto tecnico, come sempre gratuito, dello Studio “Due Esse” del geom. Salvia Salvatore, nostro partner sin dalla prima edizione, coadiuvato dalla collaborazione del geom. Pastore Giovanni”.

Le diecimila luci a led, distribuite lungo un profilo di 1950 metri retto da 385 pali, resteranno accese fino al 6 gennaio prossimo, dalle ore 17:00 alle ore 02:00 del mattino. Come di consueto, dal 1° gennaio, sarà visibile sulla sagoma illuminata il cambio dell’anno.