L’Anci: “No al deposito delle scorie in Basilicata”

POTENZA – Il consiglio direttivo dell’Anci Basilicata, riunitosi oggi in videoconferenza, ha respinto qualunque iptesi di localizzazione in Basilicata e nei territori confinanti della Puglia del deposito unico delle scorie nucleari. Ricordiamo che sono 12 i siti lucani individuati tra le aree potenzialmente idonee ad ospitare il deposito unico. Otto i comuni interessati, 5 nel Materano a partire dalla città dei Sassi e 3 nel Potentino.

Si tratta di zone – evidenzia l’Anci – che coincidono con territori ad alta valenza ambientale, storica, archeologica, antropologica e culturale e quindi non rispondenti ad alcun criterio di proponibilità di un intervento industriale come il Deposito Nazionale dei rifiuti radioattivi. Al governatore Bardi l’Anci chiede di promuovere un coordinamento con la Regione Puglia per una battaglia comune contro la realizzazione del deposito delle scorie.